Questo sito utilizza dei cookie tecnici e di terze parti. Continuando con la navigazione l'utente accetta il loro utilizzo. Ulteriori informazioni

Unioncamere del Veneto


 
Percorso: Homepage / Area stampa / Progetto STEEEP
01/03/2017
Progetto STEEEP
file pdf
testo
comunicato

PROGETTO STEEEP: UNIONCAMERE VENETO ACCOMPAGNA 24 AZIENDE, RISPARMI SUI CONSUMI ENERGETICI FINO ALL’8%

Venezia, 28 febbraio 2017 | Ridurre i consumi energetici risparmiando in bolletta senza intaccare sulla produttività. A dimostrarne la fattibilità è il progetto STEEEP (Support and Training for an Excellent Energy Efficiency Performance), cofinanziato dalla Commissione europea nell’ambito del programma “Intelligent Energy Europe” sotto la guida di Eurochambres, che ha avuto come  obiettivo quello di offrire alle PMI, attraverso le Camere di Commercio, una serie di informazioni e strumenti ad hoc per la valutazione e il miglioramento dell’efficienza energetica ( www.steeep.eu). L'evento conclusivo per la presentazione dei risultati si è tenuto negli scorso giorni a Bruxelles presso il Comitato Economico e Sociale Europeo.

Unioncamere del Veneto, grazie alla collaborazione con Fondazione Fenice Onlus di Padova, ha accompagnato, nel periodo 2014-2016, 24 imprese venete in un percorso rivolto alla riduzione dei consumi energetici ottenendo un calo complessivo che si attesta attorno all’ 8%.

Al progetto hanno partecipato 11 Paesi col coinvolgimento attivo di 630 aziende, di cui 130 italiane, per seguire un percorso guidato e personalizzato finalizzato a ridurre i consumi di energia e il costo della bolletta energetica.

Il partenariato italiano del progetto STEEEP è composto dal coordinatore Unioncamere nazionale e dalle Unioni delle Camere di Commercio di Piemonte, Lombardia, Marche, Molise, Liguria, Campania, Veneto e dalle Camere di Commercio di Aosta, Lucca e Matera.

Il percorso è consistito in visite personalizzate di esperti in azienda, diagnosi energetica, informazione ed aggiornamento sulle tecnologia da adottare e sostitutive delle vecchie. Da qui sono stati ideati piani energetici a medio termine in cui sono stati indicati i parametri per la rilevazione dei consumi individuando gli interventi più adatti alle singole attività, nonché fornite informazione su opportunità e finanziamenti.

«Si tratta di ottimo risultato per il sistema delle Camere di Commercio, che continuano ad assistere le imprese – sottolinea Gian Angelo Bellati, segretario generale di Unioncamere Veneto-, soprattutto le più piccole, in percorsi di innovazione e sviluppo nel segno della sostenibilità ambientale ed energetica».

rassegna
stampa