Questo sito utilizza dei cookie tecnici e di terze parti. Continuando con la navigazione l'utente accetta il loro utilizzo. Ulteriori informazioni

Unioncamere del Veneto


 
Percorso: Homepage / Attività / Promozione e sviluppo del territorio / Tutela della qualità e tracciabilità

Tutela della qualità e tracciabilità

Marchio Collettivo “Qualità Garantita dalla Regione Veneto” (l.r. n. 17 23 luglio 2013)

 La Regione del Veneto, dopo un lungo iter preparatorio in collaborazione con Unioncamere del Veneto, ha approvato il 23 luglio 2013 la legge Misure per garantire la qualità dei prodotti e dei servizi ed adozione del marchio di qualità con indicazione d’origine “Qualità Veneto”. Con questa legge (modificata con DGR n. 778 del 14 maggio 2014) è nato il marchio collettivo “Qualità Garantita dalla Regione Veneto”con l’obiettivo di promuovere la parte migliore del sistema produttivo veneto tutelando al contempo la salute e la sicurezza del consumatore. Il marchio è di proprietà della Regione del Veneto che ne garantisce l’affidabilità grazie a un preciso sistema di monitoraggio della qualità. Grazie all’elaborazione di specifici disciplinari di settore, attualmente in fase di test con la supervisione di Unioncamere del Veneto, il marchio vuole rappresentare il segno distintivo di prodotti e servizi, agroalimentari e non, che rispettino requisiti di qualità, responsabilità sociale e sostenibilità ambientale. Il marchio è aperto a qualsiasi produttore che rispetti i requisiti previsti ed è stato depositato anche nella versione inglese al fine di renderne efficace l’utilizzo anche da parte delle imprese che esportano i propri prodotti e servizi sui mercati internazionali.

Documenti:

    

Unionfiliere

L'Associazione intercamerale Unionfiliere, nata dalla fusione tra Assicor - Associazione di coordinamento per lo sviluppo produttivo dell'oreficeria, argenteria ed affini - e ITF - Italian Textile Fashion, organismo di coordinamento per la valorizzazione e la tutela dei prodotti della filiera moda -, ha quale scopo la valorizzazione e la tutela delle filiere del "Made in Italy", anche attraverso la promozione di forme di aggregazione delle imprese in reti, stabilendo rapporti di collegamento o di collaborazione con Enti ed Organismi Italiani ed Internazionali interessati ai problemi delle filiere del Made in Italy.